Col bando BE2 il Comune di Milano ha finanziato l’esecuzione di lavori di efficientamento energetico delle abitazioni dei privati. Erano già stati assegnati 11 milioni di euro col primo bando per la sostituzione delle caldaie a gasolio, ora sono ancora disponibili 12 milioni come contributo a fondo perduto. La richiesta deve essere inviata all’Amministrazione entro e non oltre 31 dicembre di quest’anno. I lavori dovranno iniziare non più tardi dell’autunno 2021.

I bandi BE1 e BE2, finanziati complessivamente per 23 milioni e 850mila euro, hanno consentito in questi anni di erogare fondi ai privati per eseguire opere di riduzione dell’impatto ambientale sul patrimonio edilizio privato (ed esempio, installazione di pannelli solari, tetti e pareti verdi, depavimentazioni di aree esterne, sostituzione dei vecchi impianti termici, isolamento termico ecc.).

Il Comune ha puntato a incentivare ancora di più l’esecuzione di interventi sull’involucro degli stabili e di sostituzione di impianti alimentati a combustibili fossili con impianti alimentati da risorse rinnovabili, teleriscaldamento efficiente e micro-cogenerazione. Ad oggi, in città, sono presenti ancora oltre 1.500 caldaie a gasolio: secondo le stime di Amat, per ogni impianto sostituito è possibile conseguire un risparmio annuo di CO2 pari a 7 tonnellate in meno con un impianto a gas, 10 tonnellate per il teleriscaldamento, 14 con un impianto a pompa di calore. In questo momento è in discussione in Consiglio comunale l’introduzione del divieto di utilizzo anche negli stabili privati di tutti gli impianti alimentati ancora a gasolio.

Complessivamente l’impatto sulla qualità dell’aria derivante dalla sostituzione di tutte le caldaie a gas e gasolio ancora presenti in città consentirebbe una riduzione delle emissioni pari a circa 46mila tonnellate di CO2.

Sono tutti interventi che permettono di diminuire sensibilmente le emissioni e ridurre le spese di riscaldamento e raffrescamento, migliorando così la qualità dell’aria di Milano e facendo risparmiare le famiglie.

Nel link alcune slide informative per fare domanda e il collegamento alle pagine del sito con il bando.