Il COVID-19 ci ha portato via don Franco Carnevali, con cui ho condiviso gli anni più intensi e decisivi della mia giovinezza. Una pena e uno strazio non potergli dare l’estremo saluto, ma anche la certezza che ha raggiunto la casa del Padre. 

Io lo voglio ricordare per sempre come colui che mi ha dato le radici e le ali per la vita.

Le radici mi hanno fatto crescere, hanno permesso di sbocciare alle mie energie più forti e più pure. Le radici hanno sostenuto le scelte quotidiane dell’impegno, della passione, delle piccole e grandi responsabilità giovanili. Le radici hanno dato vita a itinerari, vacanze, incontri ed eventi pieni di passione, gioia, entusiasmo, fierezza e gratitudine. Le radici hanno tenuto insieme e alimentato la fede, l’amore, il coraggio, la formazione e lo studio, fino a trasformare la mia giovane vita nella vita di donna che mi trovo davanti ogni giorno.

Se le radici sono ancorate al passato, le ali mi permettono di abitare con decisione il presente e di guardare con fiducia al futuro

Oggi, riconosco con assoluta certezza di aver ricevuto da lui anche le ali per volare, cioè l’energia e l’equilibrio per affrontare ogni nuovo giorno, ogni imprevista sfida, ogni necessaria decisione. Le ali per muovermi nel tempo e vivere la vita con le necessità che mi pone. Le ali mi concedono di volare alto per riuscire a fare sintesi tra le esperienze, la quotidianità, le convinzioni, la fede, le scelte di famiglia e di lavoro. Le ali mi fanno attraversare in tutta sicurezza il groviglio dell’esistenza e mi proteggono, finché giungo a discernere ciò che davvero vale e ciò che devo lasciare andare.

Ho visto don Franco l’ultima volta nello scorso mese di settembre, alla conclusione del Campo di lavoro che l’ACS aveva organizzato nella sua generosa parrocchia di Monza. Abbiamo cenato insieme, ci siamo raccontati molte cose, abbiamo constatato con soddisfazione la bellezza del cammino condiviso. E ci siamo salutati con nostalgia. Ora è tempo di lasciarlo andare: Addio – “A Dio”, mio buon amico, assistente solerte, maestro esigente, sacerdote fedele, guida intelligente.