Bandi, concorsi e premi che mi sono stati segnalati.

1. Il Comune di Milano ha pubblicato un avviso pubblico finalizzato alla concessione di contributi per iniziative e percorsi di inclusione sociale a favore delle persone con disagio psichico nelle aree prioritarie di intervento individuate dal Patto Cittadino per la Salute Mentale: 
– Area Prevenzione/Lotta allo stigma: interventi per l’età giovanile; interventi in ambito scolastico ed azioni congiunte anche con istituzioni e soggetti competenti; interventi di prevenzione, sensibilizzazione e lotta allo stigma.
– Area Abitare: progetti di inserimento abitativo e di sostegno all’inserimento sociale, territoriale e all’autonomia delle persone con disagio psichico; contenuti sperimentali di housing sociale/abitare supportato; progetti rivolti alle persone senza fissa dimora con disagio psichico; progetti trasversali alle problematiche dell’abitare.
– Area Lavoro: sostegno alle politiche ed alle azioni per la formazione professionale e l’inserimento lavorativo, anche in collaborazione con partner competenti e strategici nell’area del lavoro, esperienze finalizzate a consolidare le professionalità degli utenti in ambiti specifici.
– Area Carcere/REMS/Nuove Emergenze: implementazione di una rete di soggetti idonei a “traghettare” persone con patologia psichiatrica severa autori di reato, dimessi da carcere e dalle Rems, favorendo condizioni di percorsi individualizzati per l’inclusione ed il reinserimento sociale, nonché promozione della cultura del recupero e dell’accoglienza..
L’ammontare complessivo massimo dei contributi è di € 200.000,00. Scadenza: 23 settembre 2019.

2. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha stabilito che per accedere al contributo dell’dell’otto per mille dell’IRPEF a diretta gestione statale per l’anno 2019, le categorie di riferimento, oggetto di intervento, sono le seguenti:
– fame nel mondo;
– calamità naturali;
– conservazione di beni culturali;
– assistenza ai rifugiati e ai minori stranieri non accompagnati
Le istanze dovranno essere indirizzate o presentate con l’opportuna modulistica entro il 30 settembre 2019.

3. La Confederazione Generale dell’Agricoltura Italianala ONLUS Senior e Reale Foundation hanno lanciato per l’anno 2019 la quarta edizione del concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale” con lo scopo di promuovere e valorizzare le iniziative delle aziende agricole e delle cooperative sociali che intendono realizzare progetti di Agricoltura Sociale in aree rurali e sub-urbane a rischio degrado. I progetti dovranno riguardare una o più delle seguenti attività:

  • l’inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità o svantaggiate e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale;
  • le prestazioni e le attività sociali e di servizio per le comunità locali, che utilizzino le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura, per sviluppare le abilità e le capacità delle persone e per favorire la loro inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di servizi utili per la vita quotidiana;
  • le prestazioni e i servizi a supporto delle terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive delle persone interessate, anche con l’ausilio di animali addestrati e la coltivazione delle piante;
  • l’educazione ambientale e alimentare, la salvaguardia della biodiversità, la conoscenza del territorio mediante le fattorie sociali e didattiche per l’accoglienza e il soggiorno di bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale, fisica e psichica.

Il progetto dovrà essere realizzato entro il 31 ottobre 2020. Il bando prevede 3 premi di 40.000 Euro ciascuno per tre progetti innovativi di Agricoltura Sociale e 3 borse di studio per la frequenza alla 5° edizione del Master di Agricoltura Sociale presso l’Università Tor Vergata. Scadenza: 15 ottobre 2019.

4. La Commissione Europea, all’interno del programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) che risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione, ha aperto un bando che identifica 7 priorità fra cui “Protezione dei minori migranti”. L’obiettivo del bando è finanziare progetti trasnazionali per lo scambio di best practice e la formazione sull’accesso a sistemi di cura alternativi e non istituzionalizzati per i minori migranti. I progetti possono prevedere le seguenti attività:

  • scambi di buone prassi, formazione o supporto logistico per l’implementazione, lo sviluppo e il miglioramento di sistemi di cura alternativi per i minori migranti: assistenza rafforzata, cura in famiglia, vita indipendente;
  • scambi di buone prassi, formazione o supporto logistico per lo sviluppo e il miglioramento dei sistemi alternativi alla detenzione.

Il Budget previsto per questa call ammonta a 1.700.000,00 Euro.
Scadenza per presentare la propria candidatura30 gennaio 2020.

5. La Commissione Europea, nell’ambito del programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) che risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione, ha aperto un bando che identifica 7 priorità fra cui “Integrazione sociale e economica delle donne migranti”. L’obiettivo del bando n. 3 è finanziare progetti trasnazionali, della durata di un massimo di 24 mesi, che favoriscano l’integrazione sociale ed economica delle donne migranti. I progetti possono prevedere le seguenti attività:

  • attività coprogettate con le donne migranti;
  • formazione pratica, workshop, apprendimento reciproco, schemi di mentoring, attività di gruppo per incrementare l’integrazione sociale e economica delle donne migranti e condivisione delle esperienze positive;
  • attività a favore di gruppi particolarmente vulnerabili di donne migranti: corsi di orientamento e di lingua, corsi professionali, attività di volontariato, attività per lo sviluppo della consapevolezza di sé, attività che coinvolgano donne migranti e comunità locali, attività che affrontino gli stereotipi di genere, formazione professionale per pubblici ufficiali e professionisti.

Per questa call è stato stanziato un budget di 4.000.000,00 di Euro. La richiesta di finanziamento per i progetti presentati non dovrà essere inferiore a 400.000 Euro e superiore a 1.000.000 Euro.Scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 30 gennaio 2020.