21 dicembre 2018

Firmato a Palazzo Marino il primo “patto di collaborazione” per la gestione dei beni comuni, destinato alla riqualificazione dei quartieri popolari: si incomincia con la tristemente famosa via Abbiati (Municipio 7).

Il progetto GreenLivingLabSanSiro parte da una collaborazione tra il Comune di Milano, il gruppo di Ricerca azione del Politecnico di Milano Mapping San Siro, l’associazione Temporiuso.net, il Municipio 7, Alfabeti, Genera e l’associazione Imby. Obiettivo del patto è la riqualificazione di via Abbiati, nel cuore del quartiere di edilizia popolare San Siro.

Concretamente il patto di collaborazione disciplina gli interventi da realizzarsi nelle prossime settimane per rivitalizzare una via a senso unico all’interno di un comprensorio di case popolari ALER.

«La firma di oggi – spiega l’assessore Lipparini, assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data – è doppiamente significativa per l’importanza dell’intervento che sarà realizzato e per l’innovativa forma di collaborazione che stiamo introducendo nel rapporto tra Amministrazione e cittadini. Si tratta infatti del primo patto di collaborazione applicato alla rigenerazione urbana che viene siglato da Comune e associazioni nell’ambito della sperimentazione dell’amministrazione condivisa dei beni comuni, lanciata lo scorso marzo. Uno strumento informale e accessibile a tutti che mette il Comune e i cittadini, singoli o associati, sullo stesso piano in una alleanza per la cura degli spazi e dei beni comuni. Allo stesso tempo diamo il via a un progetto di riqualificazione che può contare sul lavoro coordinato da progettisti e associazioni attivi sul territorio che hanno dialogato costantemente con il Municipio 7 e l’Amministrazione comunale, proponendo una soluzione che permetterà ai residenti della zona di tornare a vivere e animare il loro spazio pubblico».

Il progetto Greenlivinglab San Siro, proposto da Temporiuso.net e Mapping San Siro, è un’azione pilota nel quadro del progetto europeo “SoHoLab – the regeneration of large scale social housing estates trough Livinglabs”, vincitore di un finanziamento da parte della fondazione belga King Badouin e Fondazione Cariplo, con il supporto e la collaborazione dell’Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Assessorato alla Mobilità e Ambiente, Assessorato all’Urbanistica, Verde e Agricoltura e Municipio 7.

Tanti gli interventi previsti: una nuova grafica colorata con disegni a zebra e giochi per asfalto sul lato sinistro di via Abbiati, selezionati con la partecipazione dei residenti e realizzati con vernici stradali non indelebili; tre piccole oasi, delle vasche per il giardinaggio accanto agli spazi delle associazioni Alfabeti ONLUS, Spazio Trentametriquadri/Mapping San Siro e a uno dei luoghi d’incontro della Custodia sociale del Comune di Milano; lungo la strada nuove rastrelliere per biciclette, nuovi dissuasori e parapedonali contro la sosta irregolare e come protezione delle aree riqualificate. Il tutto, incorniciato da una grande scritta decorativa in metallo che compone la frase “ABBI CURA”.

I lavori inizieranno nel mese di febbraio 2019 e l’inaugurazione, con una grande festa che coinvolgerà l’intero quartiere, avverrà in primavera.

Cosa sono i Patti di collaborazione per la gestione dei beni comuni